Diario quotidiano – 26 aprile 2013

Buonasera ragazzi!

Il diario del M5S di Carla Ruoccoanche oggi è stata un giornata molto impegnativa sul fronte ‘commissione speciale’.
Vedrete presto un video che vi metterò a disposizione per descrivervi meglio il lavoro.
Intanto si è saputo che le trattative del pdl pd-l per il governo sono andate a buon fine. D’altronde non avevamo mai avuto dubbi!! LA SCELTA DI NAPOLITANO SU RODOTA’ ERA SOLO L’ULTIMO TASSELLO APPOSTO AL LORO PUZZLE PER SALVARSI RECIPROCAMENTE IL SEDERE.

Ieri Letta parlava di ‘mescolarsi’ e ‘scongelarsi’…..la parola ‘collaborazione’, evidentemente, non appartiene al loro vocabolario. Sono abituati ad inciuci in cui confondono e ‘mescolano’ le loro identità in un unico magma acido ed indigesto! Vomitevole! Non ci mescoleremo MAI nel loro impasto avariato. Non li perdonerò di aver rubato il futuro alle generazioni che verranno. Continuerò a combattere perché vadano via il prima possibile, liberandoci della loro asfissiante e nauseabonda presenza. Nel frattempo vigilerò affinché non facciano ulteriori danni mentre li accompagniamo verso l’uscita.

Buonanotte a tutti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Diario quotidiano. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Diario quotidiano – 26 aprile 2013

  1. Toto ha detto:

    Se si facesse chiudere SANIMPRESA cassa integrativa SANITARIA della provincia di ROMA i lavoratori del COMMERCIO ALBERGHI e istituti di vigilanza risparmierebbero circa 180,00 euro per anno, avendo gia la cassa sanitaria nazionale che da molto di più di quella provinciale perché la provinciale non è integrativa a quella NAZIONALE ma in realtà è solo un brutta copia di quella nazionale, se chiude SANIMPRESA, le casse nazionali delle categorie di lavoratori su citate dovrebbero accettare le iscrizioni alla cassa di parenti dei lavoratori e pensionati del settore, resterebbero molti soldi che si potrebbero utilizzare se gestiti bene per aiutare persone in situazioni di indigenza e malate, ed in parte verrebbero restituiti ai lavoratori, la discussione è lunga, se siete interessati a studiare questa possibilità contattatemi grazie ………

    si crerano associazioni cosiddette senza fini di lucro, acquistando appartamenti al centro di Roma milionari, ed assunzioni dei parenti ed amici dei sindacalisti provinciali e regionali, spesso sono doppioni e/o brutte copie il tutto viene pagato dai lavoratori con aumenti contrattuali ridotti.

    Leggi il seguito

    Ed in provincia di Roma non c’è solo malagrotta ed i politici corrotti
    Anche alcune federazioni Sindacali fanno la loro parte !!!

    Le stesse federazioni sindacali FILCAMS CGIL; FISASCAT CISL e UILTUCS UIL; firmano 2 contratti nazionali e 2 integrativi provinciali.

    CNL Nazionali; turismo + commercio = 2; anche per contratti integrativi provinciali sono 2; alberghi e commercio; nel contratto CNL TURISMO, sono incluse diverse categorie di lavoratori, alberghi, agenzie turistiche, pubblici esercizi ( riguarda ristoranti e bar); Campeggi; stabilimenti Balneari; il contratto turismo nazionale ha un ente bilaterale che gestisce anche una piccola polizza sanitaria di aiuto in caso di ricovero ospedaliero ed altro, provvede ad erogare una specie di cassa integrazione finche ha soldi in cassa, l’ente è sovvenzionato da lavoratori con detrazione contrattuale in busta paga e dalle imprese;

    È vero che oggi il Sindacato non è pressato dai lavoratori come lo era negli anni 70/80, allora i lavoratori quando non era a loro chiaro qualche azione dei dirigenti del sindacato chiedevano spiegazioni si opponevano se quelle azioni non erano favorevoli ai lavoratori.

    Il sindacato e la forte pressione fiscale mantengono gli stipendi/salari immobili, non aumentano mai anche se regolarmente i contratti nazionali e territoriali vengono rinnovati alla scadenza, però parte di questi aumenti li incamera il fisco, il resto va alle casse sanitarie integrative,
    ai lavoratori non rimane niente prendono sempre lo stesso stipendio/salario.

    Solo i sindacati che sono fautori firmatari di 3 contratti nazionali, commercio, turismo e guardie giurate, FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL e UILTUCS UIL hanno creato 12 casse sanitarie OVVIO le casse sanitarie sono utili al lavoratore ma ne servono 12 per una sola federazione? Tra contratti nazionali e territoriali non vengono retribuiti ai lavoratori annualmente dalle 252 /300 euro.

    Tutte le polizze integrative sanitarie (12) sono assicurate con UNISALUTE e gestite da UNISALUTE, (gruppo UNIPOL) io mi chiedo, se avessero fatto una unica polizza con L’assicurazione sanitaria UNISALUTE, non avrebbero dimezzato il premio assicurativo a carico dei lavoratori? Visto che i lavoratori che appartengono di questa categoria sindacale sono almeno 10 milioni?

    A chi serve tutti questi contratti separati? E tutti questi appartamenti acquistati nel centro storico di Roma, VIA VITTORIO VENETO o strade importanti confinanti con Via Vittorio Veneto, Via Sicilia, Via Sardegna, Via Nazionale Ecc Ecc.

    Con una unica polizza assicurativa ed un’unica cassa sanitaria bastava un solo ufficio, sarebbero bastati 5 impiegati non di più invece con 12 casse sanitarie gli impiegati sono oltre 100, mi CHIEDO i sindacati FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL E UILTUCS UIL, avevano bisogno di trovare lavoro ai loro parenti ed amici? Ed a Spese dei lavoratori?

    Dimenticavo si inizia a pagare per queste casse con contratto nazionale e territoriale almeno 2/3 anni prima che i lavoratori possano usufruire della prima polizza assicurativa, prima acquistano appartamenti di lusso in zone di lusso, dopo le arredano, e poi assumono i loro parenti, e solo dopo i lavoratori iniziano ad usufruire dell’assicurazione che gia pagano da circa 3 anni.

    A chi servono tutte queste casse sanitarie integrative? I sindacati dicono che le vogliono I datori di Lavoro, IO mi chiedo, i datori di lavoro, hanno bisogno di sistemare i parenti aprendo tanti uffici casse SANITARIERIE INTEGRATIVE? ACQUISTANDO CON SOLDI DETRATTI DAGLI AUMENTI CONTRATTUALI DEI LAVORATORI? non hanno possibilità di creare lavoro ai loro parenti nelle loro aziende? a chi serve acquistare appartamenti da 25000 a metro quadro in zona Via Veneto Roma sulle spalle dei lavoratori dipendenti? ai datori di lavoro oppure al sindacato? A chi serve parentopoli? I sindacati FILCAMS FISASCAT e UILTUCS accusano i datori di lavoro, ma è falso, i datori di lavoro dopo per il furto ai lavoratori ricevono favori dalle federazioni su menzionate ai danni dei lavoratori e per una maggiore flessibilità
    Insomma sempre peggio per chi lavora sempre per i soliti noti, e noi cosa facciamo? Assistiamo inermi? Io sono pensionato eppure mi batto per i diritti di tutti e noi stiamo zitti?

    Per capire meglio guardare sui siti web;
    http://www.ebnt.it
    http://www.sanimpresa.it
    http://www.fast.it
    http://www.est.it

    e principalmente su;
    http://www.unisalute.it

    con un poco di buona volontà non è difficile capire la truffa che viene fatta ai danni dei lavoratori e loro familiari in provincia di Roma
    ovviamente poi dette federazioni ripagano le associazioni padronali con accordi ad hoc, per superare articolo 18 ed orario di lavoro ed altro ancora controllare per credere!!!! Nello stato attuale i lavoratori non possono ribellarsi, altrimenti verrebbero fatti a pezzi dal datore di lavoro e sindacati

    cosa propongono i nostri portavoce eletti in regione Lazio e in parlamento nazionale a riguardo?

  2. Lauro Baldi ha detto:

    Per il momento credo che dobbiate limitarvi a fare opposizione con coerenza ai vostri principi, continuare ad informare, ed a non mollare mai la presa, perché le persone che dovete affrontare sono demoniache e faranno di tutto per “comprarvi” e dividervi.Voi rappresentate un grosso pericolo per le loro mascherate,possono scegliere di prendervi in considerazione oppure combattervi all’ultimo sangue.

  3. Lauro Baldi ha detto:

    Mio padre, avvocato, giovane rampollo di una famiglia benestante, si mise in testa di giocare ai soldatini, fu richiamato in guerra con il grado di tenente colonnello. Non è mai tornato, anche perché è difficile tornare a casa con 72 proiettili nella schiena. Mia madre ha ricevuto una pensione di guerra,è morta, ed i nostri governanti (chi?) decisero che anche gli orfani di guerra avevano subito un danno´(sic) e fu loro conferita una maggiorazione sulla eventuale pensione di lire 25.000,poi tradotta in euro 13.Adesso sono trenta.Mia sorella li ha rifiutati, io no.Mi domando se chi ha fatto questa legge sapeva quello che faceva (in questo caso è da considerarsi alla stregua di un criminale) o se invece…..è scemo(il che è peggio perchè deve rappresentare il Paese).Quanto mi piacerebbe incontrarlo!!!!!!

  4. patrizia zolla ha detto:

    grazie Carla…non ci sono commenti…mi fido del tuo e vostro lavoro…

  5. Fabio ha detto:

    Noi siamo qui ad aspettare fiduciosi che il vostro impagabile lavoro porti ad una soluzione finale: per questi parassiti della vecchia politica deve arrivare il GAME OVER!!!!!!

  6. Massimiliano latini ha detto:

    Grazie Carla per il tuo pensiero, sapevamo dall’inizio che sarebbe finita cosi’, semmail la riflessione strategica da fare era se i famosi 8 punti del governo in fieri potevano diventare 10 accogliendo subito il reddito di cittadinanza e la presidenza delle commissioni copasir e rai a favore del M5S, per una fiducia che poi andava rivalutata in corso d’opera provvedimento per provvedimento.Il punto e’ controverso, certo ci aspettano almeno due anni di opposizione dura ed osteggiata in ogni senso, mentre la gente ha fame e mi ci metto anch’io , ha fame di lavoro e soldi sin da ieri.Non si tratta di parlare solo di mescolanza o meno, ma di riflettere se i sistemi non si scardinano meglio dall’interno….dovremo avere molto pazienza e coesione ora che abbiamo intrapreso questa strada non mollando mai, voi in prima linea e noi nelle retrovie.
    Grazie e buon lavoro

  7. adigiacobbe@alice.it ha detto:

    Tutto molto convincente, ma come farai a cacciarli via Carla, con quali armi. La colpa è anche di tanti cittadini che continuano a dare credito a questo sistema. Perché Carla, è un sistema che bisogna abbattere. E se il sistema da abbattere è quello di una società delinquenziale che si è impossessata delle nostre Istituzioni, allora quando ne usciamo fuori. Una possibilità ce l’abbiamo avuta dialogare subito governando e fare leggi riformiste così forti che avrebbero potuto sopprimere il sistema di cui sopra, con noi tutti cittadini attenti e volenterosi d fare da cani da guardia affinché le riforme fossero subito poste in essere.

    Dunque, oggi invece, ci dobbiamo ancora sorbire il “Sistema” che ci sta soffocando da più di trenta anni capitanato dalla Destra Berlusconiana. antidemocratica, mafiosa e delittuosa.

    Quindi che fare, agire, solo agire, ma come? Diccilo tu insieme a tutti i 161 parlamentari, ma subito però non c’è più tempo.

    Certo tu da sola non potrai fare nulla!

    ciao

    RIcordo la settimana al freddo per dodici ore al giorno in cui raccoglievo le firme per tutti voi insieme ad altri cittadini per giungere là dove siamo, e ora che ci siamo? Il nulla.

    Anna

  8. bianca ha detto:

    è una vergogna!!! il lieto fine!! dopo quasi vent’anni di fidanzamento, finalmente il matrimonio. non solo ci hanno rubato il futuro, hanno anche ucciso e calpestato ripetutamente la democrazia, annullando completamente l’esito delle elezioni. è uno schifo!!! tenete duro, non ci abbandonate, crediamo davvero in voi!!! e state facendo davvero un ottimo lavoro. spero davvero che questo schifo sia l’atto finale e che finalmente ci riprenderemo il nostro paese, la nostra dignità e il nostro futuro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...